Ignora collegamenti di navigazioneI Partner | Aquarno SpA

Consorzio Aquarno s.p.a.

Impianto centralizzato depurazione acque reflue urbane di Santa Croce sull'Arno

Consorzio Aquarno SpA è stato fondato nel 1983 con lo scopo di risolvere il problema delle acque reflue all'interno  Distretto Conciario Toscano; tuttavia, a causa dell'elevato potenziale inquinante degli scarichi conciari, l’impianto di trattamento era in funzione già dal 1974, cinque anni prima della emanazione della prima legge ambientale nazionale. Negli ultimi 30 anni Aquarno ha conosciuto una continua evoluzione sia strutturale che tecnologica, con l’obiettivo di ridurre al minimo gli impatti ambientali e garantire un’elevata efficienza di depurazione. I risultati di queste attività trovano la loro espressione migliore nella capacità di trattamento dell'impianto che, ad oggi, si aggira attorno ai 2Mln di A.E. e 20 000 m3/gg di acque reflue urbane, rendendo il Consorzio Aquarno uno dei più importanti impianti di depurazione in Europa. 

Il progressivo aumento della potenzialità depurativa è stato affiancato negli anni da un ampliamento proporzionale del bacino di utenze allacciate al sistema di raccolta del depuratore; già nei primi anni 90 furono costruite internamente due differenti linee di trattamento:

1) Linea Domestica (o civile)

2) Linea Industriale

Attualmente l'impianto raccoglie e depura i reflui urbani dei comuni di Santa Croce Sull'Arno, Fucecchio e Castelfranco di Sotto, tre delle quattro principali cittadine del polo conciario toscano.  

Mentre il trattamento delle acque reflue civili è abbastanza standardizzato, la maggior parte degli sforzi di ricerca e sperimentazione di soluzioni innovative, sono stati fatti sul trattamento delle acque reflue industriali; questo a causa della particolare composizione e recalcitranza alla depurazione di questo tipo di reflui. Grazie al costante impegno del personale interno ed ai progetti di ricerca finanziati sia in via privata che pubblica, Consorzio Aquarno è riuscito a sviluppare un trattamento biologico ottimizzato con consumi di prodotti chimici ridotti al minimo.

Il passaggio al “tutto biologico” ha comportato la strutturazione di due importanti fasi di ossidazione biologica seguite da un trattamento terziario finale( Fenton  + Clariflocculazione ). Questa soluzione ha permesso una drastica riduzione dei fanghi rispetto alla soluzione alternativa con due step chimico –fisici. Il processo è strettamente controllato sia a livello impiantistico che analitico; il sistema informatico centrale di telecontrollo monitora costantemente ogni apparecchiatura dell’impianto registrando ed elaborando i dati in tempo reale, mentre il moderno laboratorio interno provvede a tutte le analisi di caratterizzazione dei vari flussi in ingresso, interni ed in uscita, garantendo così un monitoraggio puntuale ed efficiente dell’intero processo depurativo.

Nonostante le buone performance ottenute Consorzio Aquarno da sempre collabora, con importanti enti di ricerca quali il Polo Tecnologico Conciario, l’Università di Pisa, l’Università di Firenze ed altre società accreditate per trovare nuove soluzioni impiantistiche ancora più efficaci ed efficienti, nell’ottica di ridurre ulteriormente la produzione dei fanghi e le emissioni odorigene nonché migliorare le rese depurative di alcuni stadi.


Per maggiori informazioni visitate il nostro sito:

www.depuratoreaquarno.it